Si può mangiare il melograno o bere il suo succo se si ha il diabete?

È il re dei frutti autunnali, bello da vedere, ricco di vitamine ed antiossidanti: il melograno. Pieno di tanti piccoli micro-frutti rossi al suo interno, poco si presta ad essere mangiato a morsi come i suoi cugini. Rinunciare al suo potenziale, però, è impossibile, e allora spremiamolo, anzi no centrifughiamolo!

Il succo di melograno è diventato alleato per la nostra salute e anche per la dieta. Il melograno è infatti poco calorico, ricco di acqua, con un buon quantitativo di fibre, e anche proteine e grassi, oltre ovviamente ai carboidrati, che costituiscono il 97% delle calorie del prodotto. È inoltre ricco di potassio, fosforo, magnesio, sodio, ferro, vitamina C, vitamina B e polifenoli antiossidanti. Rosso e saporito piace a tanti, ma possiamo berlo proprio tutti? Per esempio, i diabetici possono bere il succo di melograno? Vediamo di approfondire questo aspetto.

misurazione glicemia

Il melograno per i diabetici

Chi soffre di diabete sa bene quanto possa essere dannoso lo zucchero. Non è esclusa da questo discorso nemmeno la frutta, naturalmente ricca di zuccheri. Così i diabetici sono spesso costretti a dire no anche di fronte a molte varietà di essa. La frutta, infatti, contiene zuccheri che, seppur “naturali”, possono danneggiare i soggetti con questa patologia. E il melograno?

Per analizzare la questione dobbiamo prima di tutto illustrarne le proprietà nutritive. 100 grammi di melograno contengono 63 calorie, di cui il 94% sono carboidrati, il 3% sono proteine e il 3% lipidi. Inoltre, contiene molte altre sostanze: vitamina C, niacina, acido pantotenico, piridossina, tiamina, vitamina E, vitamina K, potassio, fosforo, magnesio, calcio, sodio, zinco, ferro, rame, manganese e selenio​1​. Molte di queste sono importantissime per il nostro organismo, e introdurle con un alimento a basso impatto calorico è una buona cosa.

melograno e diabete

Il melograno, però, come abbiamo visto, contiene principalmente zuccheri. Quindi, anche se il suo apporto calorico è piuttosto basso, è normale, come abbiamo fatto per castagne e miele, chiederci se sia opportuno inserirlo nella dieta di un paziente diabetico. La risposta è sì, e inoltre alcuni studi hanno evidenziato che non solo il melograno può essere mangiato dai diabetici, ma che può anche essere un valido alleato per i pazienti affetti da diabeti di tipo 2.

Gli studi su succo di melograno e diabete

Gli scienziati della Jordan University of Science and Technology, in Giordania, hanno reclutato 85 persone con diabete di tipo 2 e hanno fatto assumere loro 1,5 ml di succo di melograno per kg di peso corporeo​2​. Dopo tre ore dall’ingestione sono stati valutati i livelli di zucchero nel sangue, l’insulina e la funzione delle cellule beta (che si trovano soprattutto nel pancreas e la cui funzione è principalmente l’accumulo di insulina)​3​.

Il risultato ha evidenziato un aumento statistico nella funzione delle cellule beta tre ore dopo il consumo di succo di melograno. Inoltre, è stata osservata una riduzione statisticamente significativa della resistenza all’insulina, sempre tre ore dopo l’assunzione del succo, confrontando i valori con quelli di pazienti a digiuno che non avevano assunto il succo.

melograno e succo di melograno

I ricercatori hanno convenuto che gli effetti sono molto probabilmente dovuti all’attività antiossidante del succo di melograno, che aiuta a ridurre lo stress ossidativo. Gli stessi scienziati però, restano cauti. Sono, infatti, necessari altri studi clinici per capire in che modo il livello di succo di melograno influisce sulla glicemia. Per approfondire la scoperta si stanno ancora effettuando studi clinici sull’effetto a breve termine del succo di melograno sui livelli ormonali, tra cui l’insulina, coinvolta nella regolazione del glucosio.

Studiare gli effetti del succo di melograno sui livelli di glucosio nel sangue nei pazienti con diabete di tipo 2, potrebbe portare a un approccio dietetico per controllare questa malattia. E ovviamente a una privazione in meno per pazienti che devono seguire tutti i giorni una dieta molto rigida.

Fonti

  1. 1.
  2. 2.
    Fresh pomegranate juice ameliorates insulin resistance, enhances β-cell function, and decreases fasting serum glucose in type 2 diabetic patients. Sciencedirect.com. https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0271531714001407
  3. 3.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO