Diabete e rabbia: c’è una correlazione tra malattia e sbalzi d’umore?

Se conosci una persona diabetica, o se tu stesso sei affetto da questa patologia, potresti aver assistito (o potresti tu stesso esserne stato il protagonista) ad eccessi di rabbia. Esiste quindi una correlazione tra diabete e rabbia? La risposta è sì, la scienza ci mostra che si può trovare una correlazione tra il diabete e gli improvvisi sbalzi d’umore. Capita a tutti che durante un calo di zuccheri ci si senta nervosi ed irrequieti, ma per i pazienti diabetici questa relazione è cruciale e non è dovuta solo al calo di zuccheri. Cerchiamo di capire di più dei meccanismi che regolano il collegamento tra diabete e rabbia, analizzando articoli e ricerche scientifiche.

diabete

Sbalzi d’umore: da cosa dipendono

Ci sono tante cause che possono portare a cambiamenti repentini nel tono umorale, tra cui certamente lo stress è una delle principali. Quando si è stressati infatti si è più inclini a perdere il controllo e basta un semplice stimolo (come può essere un contrattempo o un litigio anche banale) a far scattare un attacco di rabbia.

Inoltre, situazioni patologiche come la depressione e l’ansia portano a sbalzi di umore e difficoltà a mantenere uno stato di calma​1​. Ma anche livelli di glucosio troppo bassi, o troppo alti, possono provocare disturbi dell’umore. Per questo possiamo dire che c’è una correlazione tra diabete e rabbia.

Relazione tra diabete e umore

La relazione tra il diabete e l’umore sembra essere correlata al corretto controllo del tasso glicemico. La quantità di zuccheri presenti in circolo nel sangue, infatti, è fondamentale per il regolare funzionamento dell’organismo ed influisce anche sul nervosismo e sulla qualità della vita​2​.

Il livello di glucosio nel sangue prima e dopo i pasti varia da persona a persona, ma come sappiamo ci sono dei valori di riferimento. Quando si è stomaco vuoto i valori di glucosio nel sangue sono di solito registrabili tra gli 80 e i 130 ml/dl, mentre dopo aver mangiato questo valore sale sino a un massimo di 180 ml/dl​3​. Se il livello di glucosio sale o scende rispetto a questi valori di riferimento, tra i sintomi noti troviamo anche lo sbalzo d’umore, il nervosismo e il potenziale attacco di rabbia.

diabete e rabbia

Ma non è tutto, perché come abbiamo detto anche ansia e depressione portano a un aumento della probabilità di avere sbalzi d’umore​1​. A questo proposito, c’è da considerare che studi scientifici mostrano che le probabilità che chi è affetto da diabete possa sviluppare anche depressione e ansia non sono basse​2​. Questo può essere dovuto alla preoccupazione per la propria salute e alla paura delle conseguenze che una malattia così importante può portare al proprio organismo. Ma può anche essere riconducibile al fatto la vita del paziente diabetico è fatta di alcune privazioni, come il controllo dell’alimentazione (come abbiamo visto analizzando la possibilità o meno di mangiare castagne o melograno o miele), il monitoraggio della glicemia e l’assunzione di farmaci, che rendono la vita più complicata rispetto a quella di un paziente sano. Questa analisi è supportata dai dati scientifici, perché gli studi dimostrano che tra il 30% e il 40% delle persone affette da diabete presenta disturbi d’ansia​2​. Lo stesso studio mostra anche che 1 persona su 4 che soffre di diabete manifesta depressione​2​.

Come tenere sotto controllo il problema

La prima e fondamentale cosa che chi è affetto da diabete e da sbalzi d’umore deve fare è quindi tenere sotto controllo la glicemia. In questo modo uno dei fattori che influiscono sugli sbalzi di umore e sugli eccessi di rabbia saranno contenuti​2​.

diabete e sbalzi umore

Questo processo non elimina però il fattore di stress portato dal sapere di avere una malattia e dalla sua gestione. Per cui, se tu o una persona a te vicina soffre di diabete, e hai recentemente avuto la percezione di un aumento della rabbia, degli sbalzi d’umore o dell’ansia, chiedi un consulto al medico, affinché possa aiutarti ad affrontare meglio il problema. Controllare il diabete quando a questo si associano disturbi depressivi e/o di ansia può diventare davvero complicato e il medico potrà illustrare soluzioni che possano aiutarvi a gestire al meglio la situazione.

Un ultimo suggerimento è quello di praticare sport, in quanto ci sono studi che dimostrano che svolgere attività fisica appropriata in maniera regolare aiuti a controllare ansia e sbalzi d’umore​4​.

Fonti

  1. 1.
    Fava M, Rosenbaum JF. Anger attacks in depression. Pubmed. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/9809215/
  2. 2.
    Penckofer S, Quinn L, Byrn M, Ferrans C, MIller M, Strange P. Does Glycemic Variability Impact Mood and Quality of Life? ncbi.nlm.nih.gov. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3317401/
  3. 3.
  4. 4.
    Yeh H-P, Stone JA, Churchill SM, Brymer E, Davids K. Physical and Emotional Benefits of Different Exercise Environments Designed for Treadmill Running. Ncbi.nlm.nih.gov. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5551190/

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO