Coenzima Q10 e statine: ci sono benefici dalla loro combinazione?

Il Coenzima Q10 o CoQ10, è una sostanza che viene prodotta in maniera completamente naturale dal nostro organismo. Il corpo sfrutta questa sostanza e trae beneficio dalle sue consistenti capacità antiossidanti. Il CoQ10 ha la capacità di creare energia utile per il funzionamento di tutti i nostri organi ed è un ottimo rimedio per contrastare i radicali liberi.

Nello studiare bene gli aspetti di questa particolare sostanza, dobbiamo tenere a mente che con l’avanzare dell’età o in caso di specifiche malattie come diabete, morbo di Parkinson e problemi cardiaci, la sua presenza nel nostro corpo può subire un decremento. Le basse dosi di Coenzima q10 nell’organismo può portare non solo un invecchiamento cellulare ma anche un peggioramento di alcune delle malattie sopra citate.

In linea generale nell’alimentazione le fonti più valide di Coenzima q10 sono il fegato di manzo, il pesce oleoso e i cereali integrali. Nel caso in cui si faccia fatica ad assumere questi cibo o se si vuole un’apporto maggiore di CoQ10 è possibile avvalersi di integratori.

salute del cuore

Statine e CoQ10

Le statine sono medicinali che necessitano di prescrizione medica, e il cui scopo è l’abbassamento dei livelli di colesterolo nel sangue. Sono però medicinali non privi di effetti collaterali, tra cui i più diffusi e invalidanti sono la mialgia (dolore muscolare), sintomi gastrointestinali (diarreae nausea), danni a fegato e reni, aumento della glicemia che per alcuni pazienti può favorire o causare diabete di tipo 2.

Alcuni di questi effetti collaterali sono collegati tra di loro e tra di loro si rafforzano. La mialgia è segno di sofferenza del muscolo, che può sfociare in rabdomiolisi, una vera e proprio rottura delle cellule del muscolo scheletrico. Oltre al fatto che rappresenta un grave danno per il tessuto muscolare, la rabdomiolisi porta al rilascio di sostanze del muscolo (alcune proteine) all’interno del circolo sanguigno, con conseguente danno ai reni che hanno difficoltà a smaltirle.

Il Coenzima Q10 è utile quando si assumono statine?

Nel tempo alcuni studi hanno suggerito un possibile effetto benefico del Coenzima Q10 per attenuare gli effetti collaterali delle statine e per aiutarle a raggiungere il loro scopo di abbassamento dei livelli di colesterolo nel sangue e protezione della salute del cuore. È davvero così?

Uno studio del 2007 ha mostrato un miglioramento della mialgia nei pazienti che assumono statine​1​. Purtroppo però, studi più recenti, condotti negli Stati Uniti nel 2015, hanno mostrato che probabilmente il CoQ10 non ha effetti benefici sul dolore muscolare indotto dall’assunzione di statine​2​. Gli studi sono ancora tutti in discussione e in corso, per cui non si può dire con assoluta certezza che l’assunzione di supplementi di CoQ10 non porti davvero dei miglioramenti dei dolori muscolari nei pazienti che assumono statine ed i ricercatori stanno comunque continuando a studiare questa ipotesi.

Quindi è inutile prendere CoQ10 se si assumono le statine? No, ed ecco il motivo. Alcune ricerche hanno mostrato che il CoQ10 può essere un valido alleato delle statine per la salute di cuore e dei vasi sanguigni. Sembrerebbe, infatti, che i pazienti con insufficienza cardiaca che hanno assunto integratori di CoQ10, riscontrino complicazioni minori rispetto a chi non ha provveduto all’integrazione​3​. Altri studi sostengono inoltre che il CoQ10 abbia degli effetti benefici sulla salute dei vasi sanguigni, sia nei pazienti che hanno già problemi di cuore, che in pazienti apparentemente sani​4​.

Si è poi anche supposto in passato che il Coenzima q10 potesse aiutare a normalizzare i valori di pressione sanguigna nel cuore, ma studi più recenti contraddicono questa ipotesi. È stato infatti eseguito uno studio a doppio cieco, somministrando ad alcuni pazienti Coenzima Q10 e ad altri placebo, senza che ognuno di loro sapesse cosa avessero assunto tra sostanza e placebo. Lo studio ha mostrato che tra i due gruppi di pazienti la pressione sanguigna non ha mostrato differenti comportamenti statistici tra assunzione di CoQ10 e placebo​5​. Anche in questo caso comunque è tutto ancora in discussione, perché come suggerisce lo stesso studio è necessario maggior approfondimento.

misuratore di pressione

Effetti collaterali del Coenzima q10

Sebbene gli effetti positivi del Coenzima q10 sull’organismo umano siano numerosi, è giusto indicare che questa sostanza può causare anche qualche piccolo inconveniente. I disagi più frequenti che tengono a debilitare chi assume CoQ10, sono il mal di stomaco e l’abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue. Le persone che hanno problemi di diabete pertanto, avranno la necessità di controllare con attenzione i loro livelli sanguigni durante l’assunzione e in alcuni casi potrebbero addirittura doverla sospendere. Infatti, così come abbiamo già visto parlando di alcol e pazienti diabetici, il rischio di una crisi ipoglicemica è una pericolosa eventualità in caso di brusco abbassamento della glicemia nel sangue.

È inoltre importante sapere che gli integratori di CoQ10 possono interagire con alcuni medicinali, come beta-bloccanti, antidepressivi e farmaci chemioterapici. È quindi fondamentale, soprattutto per chi ha patologie o prende qualsiasi tipo di medicina, che l’assunzione di integratori di Coenzima q10 venga monitorata e stabilita da un medico.

Conclusioni

Le evidenze scientifiche sinora mostrate dagli studi suggeriscono che possa essere opportuno analizzare ancora meglio il Coenzima Q10 e il suo effetto sui pazienti che assumono statine.

Riassumendo quanto detto in questo articolo è fondamentale dire che al momento gli studi più recenti fanno supporre che il Coenzima Q10 non mitighi la mialgia in pazienti che assumono le statine. Allo stesso tempo, possono invece aiutare le statine a migliorare la salute del cuore e dei vasi sanguigni, mostrandosi quindi come un potenziale alleato della salute dei pazienti cardiopatici.

Bibliografia

  1. 1.
    Caso G, Kelly P, McNurlan MA, Lawson WE. Effect of coenzyme q10 on myopathic symptoms in patients treated with statins. Pubmed.ncbi.nlm.nih.gov. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17493470/
  2. 2.
    Taylor BA, Lorson L, White CM, Tjompson PD. A randomized trial of coenzyme Q10 in patients with confirmed statin myopathy. Pubmed.ncbi.nlm.nih.gov. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25545331/
  3. 3.
    Sharma A, Fonarow GC, Butler J, Ezekowitz JA, Felker GM. Coenzyme Q10 and Heart Failure: A State-of-the-Art Review. Pubmed.ncbi.nlm.nih.gov. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/27012265/
  4. 4.
    Gao L, Mao Q, Cao J, Wang Y, Zhou X, Fan L. Effects of coenzyme Q10 on vascular endothelial function in humans: a meta-analysis of randomized controlled trials. Pubmed.ncbi.nlm.nih.gov. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22088605/
  5. 5.
    Ho MJ, Li ECKL, Wright JM. Blood pressure lowering efficacy of coenzyme Q10 for primary hypertension. Pubmed.ncbi.nlm.nih.gov. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26935713/

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO